Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il Comitato FAI di Benevento è una Delegazione afferente al FAI (Fondo Ambiente Italiano), una Fondazione senza scopo di lucro che si occupa di promuovere in concreto una cultura di rispetto della natura, dell'arte, della storia e delle tradizioni d’Italia e tutelare un patrimonio che è parte fondamentale delle nostre radici e della nostra identità.

E' questa la missione del FAI - Fondo Ambiente Italiano, Fondazione nazionale senza scopo di lucro che dal 1975 ha salvato, restaurato e aperto al pubblico importanti testimonianze del patrimonio artistico e naturalistico italiano.

Il FAI opera su tutto il territorio nazionale attraverso la sede centrale di Milano e grazie a una rete capillare di volontari organizzati in 118 Delegazioni, a loro volta guidate da 14 Segreterie Regionali.

La divisione FAI International, invece, si occupa di stabilire un’intensa e vasta rete di attività coinvolgendo numerose organizzazioni culturali europee e internazionali.

Il Comitato FAI di Benevento è una Delegazione e, in tale ruolo, organizza a livello locale, grandi eventi nazionali seguendo le direttive del FAI Centrale.

Le Delegazioni FAI sono il “motore” FAI sul territorio e si impegnano a:

- dare vita a livello locale ai grandi eventi nazionali come le GIORNATE FAI DIPRIMAVERA e la FAIMARATHON,

- organizzare eventi per gli Iscritti e gli Amici del FAI, quali gite culturali in luoghi di rilevante valore storico artistico, concerti e spettacoli teatrali, visite guidate a mostre e musei, conferenze e seminari con il coinvolgimento di personalità di spicco del mondo della cultura e dell’arte, piacevoli intrattenimenti all’insegna della convivialità,

- "adottare" un monumento d'arte o di natura della loro città nell'ambito del progetto "Puntiamo i riflettori".

Promuove, sostiene e veicola l’iniziativa nazionale I LUOGHI DEL CUORE: Il progetto ha l’obiettivo di coinvolgere concretamente tutti i cittadini, di qualsiasi età e nazionalità, di sensibilizzarli nei confronti del nostro patrimonio artistico e paesaggistico e di favorire l’aggregazione e la collaborazione fra comunità e istituzioni al fine di proteggere e valorizzare tale patrimonio.

La Delegazione FAI di Benevento, attiva dal 2009, ha ricevuto dal Capitolo Metropolitano della Cattedrale di Benevento in comodato d’uso decennale il complesso Abbazia dei Santi Lupolo e Zosimo detta dei “Morticelli” ubicata nel Comune di Benevento, in via del Teatro Romano, 17 nell'antico quartiere Triggio.

Il Capitolo Metropolitano ha affidato la cura, la salvaguardia e la valorizzazione del bene al Comitato FAI di Benevento.

Si tratta dei resti di un’antica e potente abbazia benedettina medievale con relativo giardino, che da decenni versava in uno stato di degrado e di abbandono che lo rendeva inaccessibile al pubblico.

L’abbazia è un luogo ancora vivo nel ricordo della cittadinanza, perché dal Seicento fu adibita a cimitero dei bambini, fino alla sua parziale distruzione avvenuta in seguito ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Ancor oggi durante il periodo della commemorazione dei defunti e in altri momenti dell’anno, sotto la scalinata esterna che conduce al vano superiore, si accendono lumi in memoria degli infanti sepolti.

Il primo grande intervento portato al termine dal Comitato FAI è stato quello di ripulire il giardino dell’Abbazia da una montagna di rifiuti che lo avevano reso una discarica a cielo aperto.

In questi anni il Comitato ha sensibilizzato l’opinione pubblica alla riscoperta e alla rivalutazione del bene attraverso iniziative di promozione locale e nazionale.

Da sottolineare il censimento 2014, denominato “I luoghi del cuore”, attraverso il quale tutti i cittadini italiani sono chiamati a segnalare un bene che vorrebbero vedere recuperato e valorizzato, nell’ambito del quale sono pervenute circa 4000 firme grazie alle quali il bene si è classificato all’87° posto della graduatoria nazionale del FAI su 519 beni segnalati.

Il Comitato FAI di Benevento è riuscito a coinvolgere associazioni del luogo nel recupero del bene attraverso iniziative di manutenzione ordinaria, ma attualmente è già in stato avanzato il progetto di riutilizzo dell’area.

Il progetto proposto dal Comitato FAI di Benevento prevede la realizzazione di un Herbulario, un orto medievale e luogo di incontro da restituire alla comunità.

L’iniziativa soddisfa il recupero di un bene storico-architettonico che viene in questo modo restituito alla comunità di appartenenza, soddisfacendo il bisogno di riappropriarsi di uno spazio materiale e immateriale che possa essere fruito e condiviso dai cittadini.

L’Abbazia apparteneva alla memoria individuale ed emotiva degli abitanti più anziani del quartiere del Triggio che hanno visto riconosciuto e recuperato un pezzo della loro memoria attraverso la riscoperta del bene.

I vari eventi hanno contribuito a creare coesione sociale e partecipazione attiva.

Il coinvolgimento dei volontari ha stimolato il bisogno anche dei singoli di sentirsi partecipi.

I beneventani hanno scoperto per la prima volta un monumento che non conoscevano pertanto il bene ha favorito una fruizione più ampia del quartiere e ha stimolato la voglia di conoscenza anche angoli della città meno noti ma altrettanto suggestivi.

Tra i risultati raggiunti più significativi il coinvolgimento degli abitanti in iniziative di recupero e valorizzazione proprie di una cittadinanza attiva che ha a cuore il bene comune.

Le GIORNATE FAI DI PRIMAVERA (evento nazionale). Si tratta di una manifestazione tesa alla salvaguardia del patrimonio artistico e naturalistico italiano, oltre 780 beni in tutta Italia sono stati aperti grazie all'aiuto di 7.000 volontari.

Per il FAI, l’evento rappresenta un momento importantissimo di raccolta fondi e soprattutto di sensibilizzazione dei cittadini nei confronti dello straordinario patrimonio artistico, archeologico e naturalistico del nostro Paese.

Il Comitato FAI di Benevento ha organizzato, a livello locale, (Benevento e provincia) l’apertura straordinaria di beni storico-culturali solitamente chiusi alla fruizione pubblica: Chiesa di San Marco dei Sabariani in Santa Teresa (Chiesa di Santa Teresa), via De Vita, Chiesa di Sant'Agostino, vico I Trescene Villa Collenea (Villa Beatrice), via Pacevecchia, 54 Chiesa di San Domenico, piazza Guerrazzi Abbazia dei Santi Lupulo e Zosimo ( Luogo del Cuore 2014-3853 firme raccolte per la sensibilizzazione tutela recupero e valorizzazione dei resti dell’abbazia a Benevento) Torre Normanna e Giat Giardino Archeologico Telesino, via Roma (Telese Terme) e, quest'anno la visita del Palazzo della Prefettura, della Chiesetta del SS Salvatore, il racconto del Campanile di S.Sofia e la visita del Complesso di San Vittorino con visite guidate con gli "Apprendisti Ciceroni" studenti del Liceo Scientifico "Rummo" e del Liceo Classico Giannone.

Si precisa che l’evento viene organizzato con cadenza annuale.

Quest’anno LE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA si sono tenute il 19 e 20 marzo 2016.

Altra iniziativa nazionale del FAI sono LE MATTINATE FAI PER LE SCUOLE. Nella settimana dal 24 al 29 novembre, in orario scolastico, le Delegazioni FAI territoriali aprono un bene artistico o paesaggistico significativo del proprio territorio e organizzano delle visite riservate agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado.

Altri studenti, appositamente formati e costantemente seguiti dalla Delegazione FAI territoriale, in qualità di Apprendisti Ciceroni, guidano le classi alla scoperta del bene.

Le classi in visita scoprono le bellezze della propria città e del territorio a loro vicino grazie a un’uscita didattica economicamente sostenibile e culturalmente pregnante.

In orario scolastico, il Comitato FAI di Benevento ha organizzato visite riservate agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado alla scoperta dei luoghi dell’assistenza, del sapere e del saper fare nel centro storico della città.

Nel 2014 la passeggiata culturale, guidata dagli studenti di sei classi del Liceo Scientifico “G. Rummo”, formati in qualità di Apprendisti Ciceroni, ben 128 ragazzi, per gli studenti delle altre scuole, ha percorso un itinerario che, partendo dal Chiostro di Santa Sofia, è giunto fino all’Istituto “S. Filippo Neri”, toccando la Chiesa dell’Annunziata, il complesso di San Vittorino, Palazzo Mostri, l’Istituto “Orsoline”, tutti importanti edifici beneventani dedicati nei secoli scorsi all’istruzione, all’educazione e all’avviamento al lavoro.

Nel 2015 invece gli studenti del Liceo Classico "Giannone" hanno raccontato la storia del complesso dei Santi Quaranta di epoca romana.

Le mattinate FAI per le scuole vengono organizzate con cadenza annuale.

L'obiettivo è riscoprire, attraverso il racconto, uno spaccato storico del proprio territorio poco conosciuto e inedito.

Il coinvolgimento dei ragazzi che fanno da guida ad altri ragazzi ha una forte valenza didattico – educativa in quanto:

  • stimola la presa in carico e il senso di responsabilità dei giovani studenti verso il paesaggio italiano;
  • favorisce il senso di appartenenza alla comunità cittadina e l’apprezzamento per la storia, l’arte e il paesaggio del proprio territorio;
  • stimola l’acquisizione di competenze specifiche in ambito culturale e comunicativo, offrendo un’opportunità dinamica e coinvolgente di verifica concreta sul campo delle abilità acquisite.

Apprendisti Ciceroni è un progetto di formazione nato nel 1996 e cresciuto negli anni, fino ad arrivare a coinvolgere negli ultimi anni oltre 25.000 studenti delle scuole di ogni ordine e grado.

Un’esperienza di CITTADINANZA ATTIVA che vuole far nascere nei giovani la consapevolezza del valore che i beni artistici - paesaggistici rappresentano per il sistema territoriale.

Grazie alla collaborazione delle Delegazioni FAI territoriali, gli studenti hanno l’occasione di studiare un bene d’arte o natura del loro territorio e di illustrarlo nel ruolo di Ciceroni ad altri studenti o ad un pubblico di adulti.

In questo importante compito di valorizzazione delle bellezze della loro città i ragazzi si sentiranno coinvolti in prima persona nella vita sociale, culturale ed economica della comunità.

La formazione degli studenti, inserita nel Piano dell’Offerta Formativa nell'ambito dell'insegnamento “Cittadinanza e Costituzione”, è pensata come una esperienza continua durante tutto l’anno scolastico che avviene dentro l'aula e sul campo, in particolare in due grandi eventi nazionali: le Mattinate FAI per le scuole e durante Giornata FAI di Primavera.

Il risultato è stato riscontrare l’entusiasmo dei partecipanti di condividere la scoperta e la conoscenza dei luoghi, l’empatia che si viene a creare tra le giovani guide nonché, in termini numerici, la cospicua e significativa affluenza cittadina e turistica.

VISITE TEATRALIZZATE: La Delegazione, inoltre, ha esperienza nella progettazione e realizzazione di percorsi tematici tesi alla valorizzazione di allestimenti museali e di contesti storico-paesaggistici particolari.

Si ricorda l’ evento “Una notte al museo - Sherlock Holmes alla ricerca del reperto scomparso”, percorso teatralizzato teso alla scoperta dell’allestimento del Museo del Sannio di Benevento e Laboratori Didattici sulla cultura longobarda, sempre all’interno dello stesso; attualmente sono stati autorizzati dal F.E.C. e dalla Sovrintendenza dei Beni Archeologici di Salerno altri due progetti di visite teatralizzate che si svolgeranno nel prossimo mese di maggio 2016.

La Delegazione è anche su Facebook con la pagina Delegazione FAI Benevento e FAI Giovani che invitiamo a seguire per essere sempre aggiornati sulle attività di delegazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - E' VIETATA QUALSIASI FORMA DI PUBBLICAZIONE DEI CONTENUTI DEL SITO.

Rimani sempre aggiornto, diventa Fan dell'Associazione Informagiovani su Facebook!

Chi Siamo:

Associazione di Promozione Sociale INFORMAGIOVANI

Piazza IV Novembre n.4 - 82100 Benevento

C.F. 92068220620