Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nuove opportunità di lavoro nei Beni Culturali in arrivo grazie alla Legge di Stabilità 2016. Il nuovo Disegno di legge del Governo Renzi prevede ben 500 assunzioni a tempo indeterminato nel MIBACT.

E’ stato pubblicato il Decreto Ministeriale relativo alle modalità di svolgimento della selezione pubblica che porterà alla copertura dei nuovi posti di lavoro nel Ministero dei Beni Culturali. Ecco tutte le informazioni suiprossimi concorsi MIBACT.

Nell’ambito del nuovo Ddl è stato autorizzato un nuovo concorso MIBACT per 500 assunzioni nei Beni Culturali. In deroga alla normativa precedente e grazie a nuove risorse economiche che saranno messe a disposizione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, saranno creati posti di lavoro a tempo indeterminato.

A dare la notizia era stato lo stesso Ministro Dario Franceschini, che, attraverso una nota pubblicata sul portale web del Ministero dei Beni Culturali, aveva annunciato nuovi investimenti in arrivo nella cultura ed un maxi concorso straordinarioper assumere personale. “E’ stato autorizzato un concorso straordinario per l’assunzione a tempo indeterminato di 500 funzionari dei beni culturali – aveva dichiarato, infatti, il Ministro Franceschini – Una misura indispensabile per rafforzare la dotazione organica del MIBACT e introdurre professionalità fondamentali per garantire l’attuazione dell’articolo 9 della Costituzione”.

Il Decreto sottolinea che i concorsi per lavorare nei Beni Culturali comporteranno l’espletamento di selezioni per titoli ed esami,che comprenderanno preselezioni, prove scritte e colloqui. I candidati selezionati, saranno assunti con inquadramento nella terza area del personale non dirigenziale, posizione economica F1, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Le assunzioni MIBACT saranno rivolte a500 professionistidel patrimonio culturale, impiegati in attività relative alla tutela e alla valorizzazione del paesaggio e del patrimonio storico e artistico del nostro Paese. I bandi per funzionari dei Beni Culturali saranno rivolti, in particolare, ai profili professionali di antropologo, archeologo, architetto, archivista, bibliotecario, demoetnoantropologo, esperto di promozioneecomunicazione, restauratore estorico dell’arte.

REQUISITI

Per essere ammessi ai concorsi MIBACT si richiede il possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana o di un Paese membro dell’UE o extra comunitaria, secondo quanto previsto dall’articolo 38 del decreto legislativo n. 165 del 2001;
– età non inferiore ai18 anni;
–laureaspecialistica o magistrale, o diploma di laurea, nelle discipline richieste per ciascun profilo professionale, o titoli di studio equiparati ed equipollenti;
– diploma dispecializzazione,odottoratodi ricerca, omasteruniversitario di secondo livello di durata biennale, nelle materie indicate per ciascun profilo professionale, ovvero, in alternativa, per i restauratori, qualifica di restauratore ai sensi dell’articolo 182 del Codice dei beni culturali e del paesaggio, e per gli esperti di promozione e comunicazione, esperienza professionale nel ruolo di almeno 36 mesi;
– per gli architetti, abilitazione all’esercizio della professione;
– idoneità fisica;
– godimento dei diritti politici;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione oppure interdetti dai pubblici uffici;
– assenza di precedenti penali incompatibili con l’esercizio delle funzioni da svolgere.

TITOLI DI STUDIO

I concorrenti devono possedere, inoltre, iseguenti titoli di studio, a seconda del profilo professionale di interesse:

– per gliarcheologi– laurea in Archeologia, con diploma di specializzazione, dottorato o master universitario di secondo livello di durata biennale in materie attinenti al patrimonio culturale, oppure laurea in discipline relative ai beni culturali, con specializzazione in archeologia o equivalente;

– per gliantropologi– laurea in antropologia, con diploma di specializzazione, dottorato, master universitario di secondo livello di durata biennale in materie attinenti al patrimonio culturale, oppure laurea in materie attinenti al patrimonio culturale, con diploma di specializzazione in antropologia o equivalente;

– per gliarchitetti– laurea in architettura, con specializzazione o master universitario di secondo livello di durata biennale in beni architettonici e del paesaggio o equivalente, oppure dottorato nell’ambito dei beni culturali;

– per gliarchivisti– laurea in qualsiasi disciplina, con diploma della Scuola di specializzazione in beni archivistici e librari o delle Scuole di archivistica, paleografia e diplomatica del MIBACT, o titoli equipollenti, oppure dottorato di ricerca o master universitario di secondo livello di durata biennale in beni archivistici o equivalente;

– per ibibliotecari– laurea in tutte le discipline, con diploma della Scuola di specializzazione in beni archivistici e librari o delle Scuole MIBACT di archivistica, paleografia e diplomatica, o titoli equipollenti, oppure dottorato di ricerca o master universitario di secondo livello di durata biennale in beni librari o equivalente;

– per idemoetnoantropologi– laurea in antropologia, con specializzazione, dottorato, master universitario di secondo livello di durata biennale in materie attinenti al patrimonio culturale, oppure laurea nell’ambito dei beni culturali, con diploma di specializzazione in demoetnoantropologia o equivalente;

– per gliespertidipromozioneecomunicazione– laurea in discipline relative al patrimonio culturale, alla promozione e alla comunicazione, con diploma di specializzazione, dottorato, master universitario di secondo livello di durata biennale in materie attinenti al patrimonio culturale;

– per glistorici dell’arte– laurea in storia dell’arte, con diploma di specializzazione, dottorato o master universitario di secondo livello di durata biennale in materie attinenti al patrimonio culturale, oppure laurea in discipline relative al patrimonio culturale, con specializzazione in storia dell’arte o equivalente.

DOMANDE

Le domande di partecipazione potranno essere presentate attraverso l’apposita procedura online, che sarà resa disponibile sul portale web del MIBACT, secondo le modalità che saranno indicate nei bandi, entro iltrentesimo giornoda quello successivo allapubblicazionedegli avvisi di selezione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

BANDI E INFORMAZIONI

Per la copertura dei 500 posti di lavoro nei Beni Culturali previsti dalla Legge di Stabilità 2016 occorrerà attendere l’apertura dei concorsi MIBACT. Vi terremo aggiornati non appena saranno pubblicati i bandi MIBACT, continuate a seguirci per restare informati sulle prossime assunzioni per funzionari a tempo indeterminato.

Per ulteriori informazioni, mettiamo a vostra disposizione il testo completo del Decreto Ministeriale del 24 marzo 2016 (Pdf 125Kb), relativo alle prossime assunzioni nei Beni Culturali.

 

Rimani sempre aggiornto, diventa Fan dell'Associazione Informagiovani su Facebook!

Chi Siamo:

Associazione di Promozione Sociale INFORMAGIOVANI

Piazza IV Novembre n.4 - 82100 Benevento

C.F. 92068220620